mare,foto di Donato Mindoli

Mi piacciono molto queste parole di Claudio Naranjo, psichiatra e psicoterapeuta morto di recente(13 Luglio 2019), considerato tra i Maestri contemporanei della Psicoterapia della Gestalt.

Attraverso l’uso del linguaggio metaforico, Claudio Naranjo mostra il processo terapeutico tra paziente e terapeuta. Il “Come “la relazione terapeutica viene concepita. Buona Riflessione.

“L‘arte del terapeuta, così come l’arte di chi vive il processo, è sempre navigare in un mare tempestoso:

Assecondare le onde invece di volerle appiattire, andare con la marea (o con la correte o con ciò che c’è) in modo saggio, senza sentirsi minacciati.

Tutto questo significa assecondare l‘impulso, la vita, il desiderio, avere il coraggio di entrare nel caos, di non sapere, di rompere schemi, aspettative proprie e altrui”.

 Claudio Naranjo, terapeuta e “maestro” della psicoterapia della Gestalt.

Condividi su